ALBANIA-TURISMO.IT

 

ALLA SCOPERTA DELL'ALBANIA

 

 

 

 

DOVE DORMIRE

 

 

 

INFO GENERALI

 

 

NOLEGGIO AUTO

 

 

 

 

 

 

 

Scutari in Albania!

 

Tra le città più importanti del nord dell’Albania vi è sicuramente Scutari (in albanese Shkodra o Shkodër, 108.000 abitanti), tra le Alpi Albanesi e il mar Adriatico.


Capoluogo dell’omonimo distretto, sorge - circondata da diverse montagne come il Cukal (1.722 metri), il Maranaj (1.576 metri), il Tarabosh e lo Sheldi - sulla confluenza dei fiumi Bojana (Buenë) e Drin, vicino a due valichi di confine con il Montenegro: Hani i Hotit e Muriqanè.


Antica capitale dell'Illiria, Scutari, abitata già durante l’età del bronzo, fu conquistata dai romani nel 168 a.C. (e poi dagli slavi e dagli ottomani).


La città ricca di storia e dall’architettura tipica, oggi importante polo commerciale e industriale, è soprannominata la “culla della cultura albanese" oppure la "Firenze dei Balcani”, in quanto qui la stampa a caratteri mobili di Johann Gutenberg arrivò prestissimo. La città è stata inoltre protagonista della prima foto scattata nei Balcani (1858) e sede del primo osservatorio astronomico della regione, fondato nel 1888.


Il monumento simbolo della città è il castello situato sulla collina alle porte della città, presso il ponte sul fiume Drino; questo castello, chiamato "Rozafa", fu costruito nel IV secolo a.C. ed attualmente è sede museale; poco lontano da esso si erge il santuario della Madonna del Buon Consiglio.


Tra gli edifici principali dei quartieri storici si ricordano la Moschea di Piombo e la Cattedrale, chiamata "Kisha e Madhe" ovvero Chiesa Grande. La moschea, che deve il suo particolare nome alla sua cupola di piombo, è l'unica moschea della città a non essere stata distrutta durante la rivoluzione culturale del 1966.


Il tempio cattolico, invece, fu durante la dominazione ottomana e fu dichiarato da Papa Pio IX Metropoli; nel 1967, in seguito all’abolizione politica di ogni forma di religione, venne chiuso ed adibito a centro sportivo.


Molto interessanti sono, infine, il Museo storico (con notevoli collezioni archeologiche ed etnografiche) e la fototeca Marubi, aperta (in onore del fotografo italiano Pietro Marubi) nel cuore della città nel 1970, custodisce negativi e foto che raccontano, attraverso immagini suggestivi,  un secolo e mezzo di storia cittadina.

Scutari, ancora ai margini dei tradizionali circuiti turistici, ha buone potenzialità e capacità attrattive.

 

Poco lontano dalla città, al confine fra l'Albania e il Montenegro, troviamo infatti il lago di Scutari, (in albanese: Liqeni i Shkodrës), il più grande lago della penisola balcanica, dall’ecosistema interessantissimo (tant’è che la parte montenegrina da anni è parco nazionale).

 

Il lago occupa una depressione carsica e ha un livello di profondità piuttosto mutabile (dai 6 ai 60 m, con una media di 44 m); anche la superficie complessiva - stimata tra i 370 e 450 km²- varia a seconda del ciclo stagionale (in relazione del più o meno consistente apporto delle fonti sotterranee di alimentazione).

 

 

  •  
  •  

 

Condividi

 

guide di Viaggio

Le tue Guide di Viaggio

 

 

Albania-turismo.it è una realizzazione
Net Reserve srl
Via A. Lamarmora, 22
50121 Firenze
Tel: 055.573331
P.Iva/C.F 02291930481

 




CURIOSITA' Costumi e tradizioni

CUCINA ALBANESE Albania a tavola

HOTEL IN ALBANIA Dove dormire

CULTURA DELL'ALBANIAQualche informazione culturale