ALBANIA-TURISMO.IT

 

ALLA SCOPERTA DELL'ALBANIA

 

 

 

 

DOVE DORMIRE

 

 

 

INFO GENERALI

 

 

NOLEGGIO AUTO

 

 

 

 

 

 

 

Culturadell' Albania!

 

LINGUA: La lingua ufficiale è l’albanese, nome nativo Gjuha Shqipe, appartenente alla famiglia linguistica indoeuropea. Nell’estremo sud si parla anche il greco. Vi sono anche minoranze macedoni (est) e serbe ( nord-ovest). Molto conosciuto l’italiano.

 

ORDINAMENTO POLITICO: L’Albania una repubblica parlamentare. L'attuale presidente è Bamir Topi, eletto nel luglio 2007.

 

CENNI STORICI: abitata fin dalla preistoria, sul suo territorio si stanziarono forse gli antichissimi Pelasgi e poi, più probabilmente, Illiri, Romani e Greci.
La storia antica dell’Albania risulta comunque alquanto vaga e confusa. Si sa però per certo che, nel 395 d.C., in seguito alla alla morte di Teodosio ed alla conseguente divisione in due dell'Impero romano, l'Illiria si ritrovò sotto il controllo dell'Impero romano d'oriente e conobbe la dominazione di Goti e gli Avari, seguiti, intorno al V secolo, dagli Slavi.


Il possente impero ottomano, dopo circa 35 anni di assedio e gloriosa resistenza, conquistò l’Albania che nel 1478 entrò a far parte dell'Impero ottomano col nome di Arnawutluq e vi rimase fino ai primo decennio del Novecento.


Tra il 1908 ed il 1910, l’Albania fu teatro di una serie di rivolte dirette a contrastare le politiche di consolidamento dell'impero ottomano (ormai allo stremo) dei Giovani Turchi.

 

Nel frattempo Serbia, Grecia e Bulgaria, dichiararono guerra all'Impero ed iniziarono una politica di espansione e conquista. L'Albania fu così invasa dalla Serbia nel nord e dalla Grecia nel sud: l’Albania si trovò dunque ridotta alla regione della città di Valona (che il 28 novembre 1912, dichiarò l’indipendenza del Paese).

 

Venne organizzato un governo provvisorio ed il 21 febbraio 1914 nacque il Principato d’Albania, governato dal Principe Guglielmo di Wied. Ad esso fu contrapposto, dal Senato di Durazzo, il Principe d’Albania Mehmed Burhaneddin Efendi, figlio dell'ex sultano ottomano Abdul-Hamid II, che rimase in carica fino al 1919.


Gli anni che seguirono furono caratterizzati dalla voglia di creare uno stato laico, indipendente e democratico. Purtroppo, in seguito ad un colpo di stato politico-militare guidato da Ahmet Zogu, la nazione venne trasformata in Regno.


Il regime monarchico fu rovesciato nel 1939, quando l'Albania fu occupata dall'esercito italiano. Poco più tardi però il territorio fu invaso dai greci.
Al termine della seconda guerra mondiale, il Paese passò sotto il controllo sovietico e divenne uno stato nazional-comunista estremamente isolazionista, stalinista e anti-revisionista.


In seguito all’abbattimento del muro di Berlino, anche l’Albania fu contagiata dallo stesso desiderio di democrazia e libertà che aveva invaso l’Europa.
Il Paese però dovette fare i conti con una sviluppo economico e sociale ridotto ai minimi termini che spinse migliaia gli albanesi a cercare fortuna in Italia ed in Europa.


  •  
  •  

 

Condividi

 

guide di Viaggio

Le tue Guide di Viaggio

 

 

Albania-turismo.it è una realizzazione
Net Reserve srl
Via A. Lamarmora, 22
50121 Firenze
Tel: 055.573331
P.Iva/C.F 02291930481

 




CURIOSITA' Costumi e tradizioni

CUCINA ALBANESE Albania a tavola

HOTEL IN ALBANIA Dove dormire

CULTURA DELL'ALBANIAQualche informazione culturale